Poesie in cerca d’autore (Anni ’70/2000)

(Per la maggiorparte inedite). “La produzione fotografica di Giacomelli è un sistema di continue mutazioni, un insieme di parti intercomunicanti, un sistema vivo: ogni serie realizzata non rappresenta affatto un capitolo ormai chiuso perché il fotografo a più riprese decostruisce e ridefinisce le sue serie fotografiche, andando a riesumare certe immagini, parole di un discorso vecchio, per rivitalizzarle in un nuovo discorso, come per “dare respiro alle cose grazie a questo pretesto chiamato fotografia”. D’altronde la volontà di revisione delle serie è sottolineata dall’esistenza stessa di Poesie in cerca d’autore, una “serie serbatoio”, l’insieme di tutte le foto che Giacomelli faceva nel corso degli anni che non avevano subito una collocazione precisa in una serie, ma che erano lasciate in attesa di un inserimento in una futura serie”.

(Katiuscia Biondi in Mario Giacomelli. Sotto la pelle del reale, Ed. 24 Ore Cultura 2011)